• +39 06 916391
  • Lun - Ven: 8:00 - 17:00
  

Farmaceutico. In ITC Farma la visione positiva è il frutto di opportunità e scelte ponderate

itcfarmaLa visione di ITC Farma è quella di mettere al centro le potenzialità e le competenze umane adottando strategie industriali che fungano da stimolo in un’ottica di open innovation, alla produttività consapevole, alla creatività, nonché alla crescita personale e collettiva. Una miscela che nella maggior parte dei casi si coniuga perfettamente con i vantaggi che le leggi europee offrono grazie ai finanziamenti Life 2020 per la ricerca e lo sviluppo, ai progetti di ricerca che si avvalgono del credito d’imposta e a tutte quelle tecnologie abilitanti che rientrano nella cosiddetta politica dell’Industria 4.0. Ma non è tutto. Spesso queste politiche industriali vantaggiose producono anche un importante risultato, molto più convincente in termini socio-economici, ovvero quello di creare una particolare sinergia tra il mondo accademico della ricerca e quello dell’Impresa. Una congiunzione multidisciplinare, spesso ideale se si pensa ai vantaggi reciproci riscontrabili nel breve tempo, in primis quello di evitare la cosiddetta fuga dei cervelli, offrendo l’opportunità ai giovani laureati di inserirsi in settori strategici per il Paese.

“E’ grazie agli investimenti europei, resi possibili alle aziende italiane che intendono puntare fattivamente verso l’innovazione tecnologica che abbiamo sempre maturato un modello virtuoso che punta a far ulteriormente rafforzare i risultati già raggiunti nel campo farmaceutico nazionale attraverso le solide conoscenze scientifiche, intellettuali e imprenditoriali che in Italia orbitano abbondantemente nel settore del contract manufacturing”. E’ quanto precisa Guglielmo Frontini direttore dello stabilimento di ITC Farma.

“Non a caso - prosegue Frontini - può accadere che, anche nei momenti meno favorevoli, le opportunità si possano trasformare in vere e proprie scelte migliorative, anche grazie a una legislazione europea/italiana conveniente e a quelle istituzioni più attive e sensibili ai temi industriali. Noi, in ITC, abbiamo fatto scelte ponderate, convinti che alcune strade debbano essere percorse con sensibilità innovativa, pensando alla continua metamorfosi a cui assistiamo ogni giorno.

Oggi, dopo un rinnovamento tangibile, già realizzato per quanto concerne i nostri sistemi produttivi di packaging e di ricerca e sviluppo, rivolti al settore sia farmaceutico che nutraceutico, intravediamo i primi segnali positivi a significare la giusta direzione intrapresa. Essere affidabili e competenti diviene un valore aggiunto inequivocabile se gli investimenti si traducono in ricerca e innovazione, attraverso le opportunità che l’Europa e l’Italia mettono a disposizione per rilanciare l’impresa. Per questo motivo - conclude Frontini - è fondamentale sondare i possibili scenari, guardando al futuro con coraggio e perseveranza, evitando di porre limiti all’esplorazione”.