• +39 06 916391
  • Lun - Ven: 8:00 - 17:00
  

ItcFarma. Il Pharma 4.0 è realtà: controllo, serializzazione e tracciabilità dei farmaci

Con le nuove linee di produzione l’azienda pontina aggiunge ulteriore sicurezza ai suoi prodotti

pharma-4.0ROMA - Con l’acquisizione dell'innovativa linea blisteratrice, ItcFarma aggiunge un altro importante tassello nella sua produzione a ulteriore garanzia e protezione dello sviluppo dei suoi prodotti. Parliamo di una blisteratrice di ultima generazione, 240 blister al minuto, capace di soddisfare una delle sfide future della cosiddetta supply chain nell’industria farmaceutica, ovvero quella che riguarda la tracciabilità e la serializzazione del prodotto. Si tratta di un ulteriore avanzamento tecnologico che fornirà ai consumatori e soprattutto ai pazienti maggiori forme di tutela e garanzia sull’originalità e sull'integrità dei prodotti in tempo reale. La nuova blisteratrice, infatti, è in in grado di inviare automaticamente tutti i dati utili per monitorare il confezionamento dei prodotti farmaceutici e la rintracciabilità degli stessi a livello internazionale, al fine di una gestione intelligente dei dati. L'applicazione ad ogni astuccio di un identificativo univoco, unitamente a soluzioni anti-manomissione, ovvero il "Tamper-evident technology", fornisce i dati fondamentali di ogni confezione come il numero seriale, il numero del lotto, la data di scadenza che devono essere memorizzati in un codice DataMatrix tracciando il percorso dei nostri prodotti fino all'utente finale. “Grazie all'incremento delle richieste provenienti dal mercato, oggi siamo in grado di aumentare ulteriormente la nostra produzione in un'ottica di innovazione digitale". E' quanto precisa Guglielmo Frontini, direttore di stabilimento di ItcFarma. "La nostra visione rimane pur sempre quella di investire su tutti quei processi che hanno ispirato il cosiddetto Pharma 4.0, puntando ad una produzione pensata che abbia come principale obiettivo la salute e la qualità della vita. Al momento - conclude Frontini - stiamo valutando l'ipotesi di acquistare una nuova linea, proprio per far fronte alle tante richieste di un settore che continua ad essere un punto di riferimento internazionale per le competenze acquisite".